Il grande Gatsby

Standard

il-grande-gatsbyTitolo italiano: Il grande Gatsby
Titolo originale: The great Gatsby
Durata: 144 minuti
Regista: Baz Luhrmann
Scheda su Comingsoon.it

Trama:Il film racconta la storia di un aspirante scrittore, Nick Carraway che lasciato il Midwest Americano, arriva a New York nella primavera del 1922, un’epoca in cui regna la dubbia moralità, la musica jazz e la delinquenza. In cerca del suo personale Sogno Americano, Nick si ritrova vicino di casa di un misterioso milionario a cui piace organizzare feste, Jay Gatsby, ed a sua cugina Daisy che vive sulla sponda opposta della baia con il suo amorevole nonché nobile marito, Tom Buchanan. E’ allora che Nick viene catapultato nell’accattivante mondo dei super-ricchi, le loro illusioni, amori ed inganni. Nick è quindi testimone, dentro e fuori del suo mondo, di racconti di amori impossibili, sogni incorruttibili e tragedie ad alto tasso di drammaticità. [fonte Comingsoon.it]

Quando è uscito al cinema a Maggio volevo andarlo a vedere, ma per motivi vari non sono riuscita ad andarci, adesso che è uscito in dvd ho avuto la possiblità di vedermelo con calma a casa.
Non mi ha deluso troppo, però sinceramente mi aspettavo qualcosa in più.
Nulla da ridire sulla recitazione, Di Caprio mi ha colpito molto, nei film in cui ha recitato mi è sempre piaciuto, per me è un bravo attore (Titanic escluso); credo che “il problema” del film stia su altri livelli.

La musica ad esempio. Posso vagamente capire il senso della musica moderna durante le feste a casa di Gatsby – in fondo le feste in disoteca di ora non sono così diverse da quelle date da Gatsby – però porca miseria! Stai girando un film ambientato negli anni ’20, perché non hai potuto metterci un po’ di sano jazz? Un po’ di musica d’epoca? Niente.

Passiamo poi ai miei grandi nemici: i buchi logici.
Passi che non mi dici come ha fatto Nick ad entrare in un manicomio, ma il buco nel finale? Grande quanto la piscina della villa?
Parliamoci seriamente – occhio agli spoiler! – Gatsby ha fatto i soldi facendo affari con la mafia/malavita, si vede che il maggiordomo è sospetto, hai camerieri e serve ovunque, vigilanza all’entrata della villa, mi spiegate come ha fatto il vedovo ad entrare? Non è plausibile che non abbia incontrato nessuno, come non è plausibile che abbia evitato le persone, viste che non era un maestro di furbizia.
Quella scena si poteva risolvere con un minimo particolare in più e il buco non ci sarebbe nemmeno stato.
Ecco, questo dettaglio mi ha guastato la visione del finale (che comunque non mi è piaciuto).

Come già detto, Il grande Gatsby non è stato all’altezza delle mie aspettative, magari è stata anche un po’ colpa mia che al tempo mi sono lasciata prendere dall’hype eh, ma sicuramente non è un film che rivedrei volentieri.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...