Archivio mensile:febbraio 2013

Luna Nera

Standard

lunaneraTitolo originale: The Lunatic Cafe
Titolo italiano: Luna nera
Autore: Laurell K. Hamilton
Editore: TEA
Pagine: 394
Scheda su Ibs.it

Trama: La relazione con Richard è la piacevole novità che attraversa la vita di Anita Blake, anche se conciliare il lavoro di risvegliante, la paura di legarsi a una persona e il fatto che quella persona è un licantropo non è poi così semplice. D’altra parte, la Sterminatrice di vampiri è abituata alle situazioni estreme e, per lei, le insidie sono sempre in agguato. In un bosco poco fuori St. Louis, infatti, viene scoperto il cadavere di un uomo mutilato. Convinta che sia colpa di un orso, la polizia vorrebbe archiviare il caso, ma per Anita è evidente che l’assassino è un lupo mannaro e che quella morte è collegata alla serie di sparizioni che sta sconvolgendo la comunità di licantropi. Non a caso, quella stessa notte, Anita viene convocata dal capobranco, Marcus ­ che è anche l’avversario più determinato di Richard ­, il quale le ordina di scoprire il responsabile dei rapimenti. Anita, suo malgrado, viene così coinvolta in un’indagine pericolosa, fitta di personaggi inquietanti e con troppi segreti da nascondere. [fonte Ibs.it]

Io capisco che squadra che vince non si cambia, ma lo schema del libro inizia a stufarmi alquanto, è sempre il medesimo nei quattro libri letti fino ad oggi: un tizio va da Anita per proporle un lavoro, lei rifiuta, viene chiamata dalla polizia per il caso di turno, va da Jean-Claude per farsi aiutare o per chiarire una cosa e succede il finimondo, tentano di ucciderla, quello che le propone il lavoro è sempre coinvolto nell’omicidio di turno.
Per carità, nell’insieme si fa leggere, ma dopo un po’ che leggi la minestra riscaldata viene a noia.

C’è anche un ragionamento che non capisco proprio, Anita conosce Richard da un mese, un mese e mezzo, e già lui le chiede di sposarlo! Alla faccia della precocità… che poi quando lei scopre la licantropia di Richard inizia ad avere dei dubbi… Bah, io li avrei avuti prima i dubbi, non si conosce una persona in una mese, ma vabbè.
Credo si sia capito che Luna Nera non mi ha emozionato come i precedenti e sinceramente spero che i successivi non siano tutti uguali. Continuerò la saga per una questione di completezza e perché fa parte della mia sfida letteraria del 2013 quindi vorrei farlo piacevolmente.

Annunci