Il messaggero – Messenger

Standard

messengerTitolo originale: Messenger
Titolo italiano: Il messaggero – Messenger
Autore: Lois Lowry
Editore: Giunti editore
Pagine: 208
Scheda su Ibs.it

Trama:Quando Matty è arrivato al Villaggio sei anni prima era un ragazzino inquieto e ribelle che amava definirsi “la Belva fra le Belve”. Ora è cresciuto sotto la guida del cieco Veggente ed è pronto per l’assegnazione del suo vero nome: “Messaggero”. Ma qualcosa nel Villaggio sta cambiando: da quando al mercato si barattano i sentimenti con effimeri beni materiali, la comunità è diventata improvvisamente ottusa e caparbia. La società utopica che un tempo amava accogliere tutti i rifugiati e i derelitti sta innalzando un muro di isolamento. Matty è uno dei pochi capaci di districarsi nel fitto della Foresta e il suo compito ora è quello di portare il messaggio del drastico cambiamento ai paesi vicini e convincere Kira, la figlia del veggente, a tornare con lui al Villaggio, prima che sia troppo tardi. Ma la Foresta, che gli è sempre stata amica, si è rivoltata contro di lui, animata da una forza oscura e senziente, e Matty si trova a fronteggiare il pericolo armato solo di un nuovo potere che ancora non riesce completamente a gestire e a comprendere. [fonte Ibs.it]

Finito in meno di quattro ore; il fatto che sia breve non incide sulla grandezza del messaggio che vuole trasmettere.
Seguito diretto di Gathering Blue, il protagonista è Matty, l’amico d’infanzia di Kira. Matty vive col padre di Kira, il Veggente, e scopre di avre un Dono, ma non sa di cosa si tratta e come usarlo, l’unica cosa in cui riesce è attraversare la Foresta e recapitare messaggi.
È anche uno dei pochi che si accorge del cambiamento di alcune persone, che a poco a poco perdono la loro umanità in cambio di futili oggetti o beni materiali; ed è causa di queste persone che il Villaggio dovrà chiudere ai nuovi rifugiati.
Matty quindi parte per portare al Villaggio, prima che sia troppo tardi, Kira, in un finale da lacrima libera scoprimao quale sia il Dono di Matty: la guarigione. Con il sacrificio estremo Matty riesce a ridonare umanità alle persone coinvolte nel Baratto e a guarire la Foresta, diventato territorio lugubre e mortale.

Credo che fra i tre questo sia quello che mi è piaciuto più di tutti. L’umanità contro il bene materiale, i sentimenti contro oggetti inanimati, c’è molto da riflettere su questo libro. Che ci possa piacere o no alla fine la tecnologia fa parte della nostra vita, forse anche più del dovuto: non possimao stare senza computer, non possiamo stare senza internet, non possiamo stare senza cellulare, i media ci inducono a pensare che non possiamo stare senza tablet, elettrodomestici anche per svitare un tappo; forse anche noi stiamo perdendo la nostra umanità in cambio di tanti bei giocattoli tecnologici…

Serie che consiglio vivamente, spero che per il quarto libro non ci sia da attendere troppo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...