Archivio mensile:agosto 2012

La Profezia dell’Armadillo

Standard

Da qualche mese seguo le geniali strisce di Zerocalcare sul suo blog. Se non avete la più pallida idea di chi io stia parlando cliccate sul link e poi ringraziatemi (o infamatemi, de gustibus :P).

Stamani mattinata (EDIT: 5 Agosto) a Pisa con la Moma, la mia migliore amica/sorella acquisita, siamo andate alla Feltrinelli e vedo l’oggetto del mio desiderio, vedendo la mia irrefrenabile voglia di averlo, la Moma decide di regalarmelo. Inutile dire che il giorno dopo l’avevo già letto e gustato a pieno.
Mai acquisto fu stato più azzeccato.
Perché vedete, le strisce sono una risata continua, il moroso lo sta leggendo ora e non fa altro che sghignazare, però il filoconduttore che le lega tutte insieme è un insieme di emozioni nostalgiche, di rimpianti, profondo secondo me. Non voglio svelarvi di cosa si tratta per non spoilerarvi niente, a me comunque ha colpito molto, ci dimostra che il nostro Calcare non riesce solo a far ridere con le sue mitiche citazioni dagli anni 80/90 o con le sue “avventure” quotidiane, è capace anche di farci riflettere e dare dei messaggi forti.
Oh, io alla fine, una volta ricollegati tutti i ifili, avevo il magone.

Non sto a criticare stile, disegno e meate tecniche varie perché sono un’incompetente, posso giusto dire che mi piace e che continuerò a seguirlo molto volentieri. :)

Annunci

Il Signore degli Anelli – La Compagnia dell’Anello

Standard

Ebbene sì, dopo dieci anni dalla primissima lettura seguita da rapido abbandono dopo Tom Bombadil, anche io posso dire di aver iniziato con LOTR.
Confesso che sono stata aiutata anche dai ricordi del film, quindi, anche se alcune parti non coincidono, è stata una lettura più piacevole. :) Per chi fosse interessato, nella pagina Wiki, sono elencate le differenze tra il libro e il film.

La copertina minimalista della mia versione ♥

Parlando sinceramente, fino al Puledro Impennato, il libro è lento, pieno di roba di cui si potrebbe fare a meno (un esempio calzante: la digressione sull’erba pipa. Posso capire i vari Decumani, ma l’erba pipa?), se ci mettiamo poi quell’arma di distruzione di massa che è Tom Bombadil, potete ben capire perché a 13 anni ho poggiato LCDA sulla mensola e non l’ho più ripreso in mano.

La cosa divertente e strana è che Tom Bombadil non sono mai riuscita a mandarlo giù, Il Silmarillion invece l’ho letto tranquillamente un paio di volte, a un anno o due dal tentativo di lettura di LCDA… bah!

Superata Brea le cose si fanno più avvincenti e si rivela quel gran libro che effettivamente è.
Adoro la parte in cui sono a Lórien e Galadriel fa usare lo Specchio a Frodo e Sam. Anche qui sono rimasta particolarmente influenzata dal film perché mentre leggevo rivedevo Cate Blanchett nel breve monologo quando Frodo le offre l’Anello, che è una delle mie scene preferite.

Purtroppo prima di continuare la Trilogia vorrei leggere qualche classico, poi ho anche la seconda trilogia di Drizzt da iniziare e, appena esce, I Guerrieri di Ghiaccio (ADWD parte I) ha la precedenza… Insomma, quando posso/avrò tempo/voglia, mi metto di sicuro a legere anche Le Due Torri.