L’Esilio di Drizzt

Standard

Con questo titolo si conclude la prima trilogia dedicata agli elfi oscuri (elfi… Drizzt e basta dai), vediamo il nostro caro Nobile Decaduto, chiamiamolo così va’, alle prese con il mondo in superficie, con le nuove razze che gli si propongono davanti e con le nuove usanze.
Lo vediamo alle prese, anche se per poco, di una rinnovata coscienza spirituale: rifiutata Lloth finalmente ha capito che il suo cuore segue Mielikki, Dea della Foresta.

Di quest’ultimo libro sono rimasta perplessa sulla parte finale, ok il time-skip, ma c’era veramente bisogno di un’inutilissima e non-sense digressione su un drago? Un capitolo intero per sfuggire a questo drago, scemo tra l’altro, insieme a dei preti non proprio con la testa a posto, piuttosto avrei preferito mi approfondisse meglio quando arriva a Ten-Towns e fa la conoscenza di Catti-Brie, ecco, secondo me era più rilevante ai fini della trama e dell’introspezione psicologica di Drizzt, visto che la ragazzina è una delle prime a fidarsi di lui e che cerca di conoscerlo meglio.

E alla fine siamo giunti al termine, nel complesso è una trilogia carina, anche questa fondamentale per gli appassionati di D&D o anche più semplicemente per cultura generale^^
Dicono che la seconda sia più bella, lo spero perché ho intenzione di leggera anche quella :D

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...