Il Dilemma di Drizzt

Standard

Finito di leggerlo proprio oggi sul treno. Che dire? Beh… sicuramente è molto scorrevole, in una settimana circa l’ho finito, complica anche 2 ore di treno quasi ogni giorno; non avendo mai letto altro che riguardasse la razza drow, come trama – che ricordo essere il primo di una trilogia – è anche originale.
La copertina dell’edizione che mi è stata prestata è quella che è, molto retrò diciamo, ma alla fine non è poi così importante.

La trama in breve:
Drizzt Do’Urden è il Secondogenito di Casa Do’Urden, ultimo figlio partorito da Matrona Malice, la prima cosa che lo contraddistingue da tutti gli altri drow sono i suoi strani occhi viola. Addestrato come guerriero durante l’infanzia da suo padre Zaknafein, Drizzt si rivela avere una condotta morale totalmente differente, quasi opposta, dal resto dei suoi simili. Le somme sacerdotesse venerano e diffondono il culto della Regina Ragno, Lloth, la quale dona il proprio favore a chi sa servirla al meglio. A Menzoberranzan, la città dove vive Drizzt, sono accettati di buon grado ed elogiati, gli stermini di Case, purché nessun testimone rimanga in vita.
In questo scenario si muove il più giovane di Casa Do’Urden, con sentimenti, codici d’onore, non incline all’omicidio, ma con un’abilità nel combattimento fuori dal comune.
Zaknafein si rivede molto in lui, e spera che gli anni che Drizzt dovrà passare all’Accademia non lo cambino.
E quando Drizzt ritorna a casa… Non vi dico altro per non spoilerarvi il finale =P

L'edizione che mi è stata passata, Drizzt pare abbia 200 anni, ma vabbè

Ho storto il naso nel leggere le due parti dell’Accademia riservate una al combattimento e l’altra alla magia: Melee-Magthere e Sorcere, chissà, magari in originale erano un magnifico gioco di parole, per me che l’inglese lo mastico un po’ mi sa molto di “fantasia portami via”. O di “LOL” che è stata la mia reazione
E ora spendiamo 2 centesimi sulla società Drow.
Ora, ripeto che è il primo libro drow che leggo e quindi parlo senza cognizione effettiva della cosa, mi sembra che, descritta in questo modo la società matriarcale dei Drow, cattiva di per sé, sia più cattiva di quanto sia in realtà per far risaltare Drizzt.
Non mi piace molto questo tipo di matriarcale, come non mi piace il modo in cui le Matrone agiscono durante la storia; oggettivamente, nella logica del libro, fanno quello che devono fare, rimanendo in una sorta di “giusto” molto contorto, lo riconosco, ma a me non piace lo stesso :P

La caratterizzazione di alcuni personaggi non l’ho proprio capita, vogliamo parlare di Masoj Hun’ett? Dell’unico drow imprevedibile perché l’autore non sa gestirlo? Dai, sono sincera, il libro mi è piaciuto ma Masoj proprio non sono riuscita a digerirlo, si sentiva che Salvatore gli ha fatto fare cose senza senso e senza logica così per, immolandolo alla trama; ok, fallo pure, ma almeno spiegami seriamente perché. çOç

Alla fine posso dire con serenità che questo, a chi piace il fantasy, è sicuramente un libro da leggere, poi può piacere o no, ma lo deve leggere, specialmente i giocatore di GdR :P spero di non dover arrivare a spiegare cos’è Forgotten Realms e DragonLance!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...